testata per la stampa della pagina
/
  • Comunicato 14/11/2014 - A Quarrata una piazza dedicata ai dispersi nel naufragio del Piroscafo Oria: domani la cerimonia di intitolazione
condividi

A Quarrata una piazza dedicata ai dispersi nel naufragio del Piroscafo Oria: domani la cerimonia di intitolazione

Quarrata, 14/11/2014

Domani, sabato 15 novembre, nella mattinata, si terrà la cerimonia di intitolazione di piazza Dispersi Naufragio del Piroscafo Oria, via Domenico Ginanni e via Benito Gradi.
Si tratta di una piazza adibita a parcheggio e due strade in un nuova area di circolazione localizzata nei pressi di via Larga nella zona artigianale vicino a Casini. La Giunta Comunale ha deciso di dedicare questa area alla memoria di una tragedia rimasta nell’oblio per settanta anni.

Il Piroscafo Oria, affondò il 12 Febbraio 1944 a sole 25 miglia a sud di Atene, provenendo da Rodi. Trasportava 4200 Internati Militari Italiani appartenenti a tutte le Armi: dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 ai soldati italiani fu richiesto di aderire alla Repubblica di Salò, rinnovando l’alleanza con il nazismo, per evitare la deportazione nei campi di lavoro/concentramento in Germania. La risposta dei militari italiani – tranne poche eccezioni – fu negativa. I soldati che rifiutarono furono considerati sovversivi, privati dello status di prigionieri di guerra e condotti verso la prigionia in Germania. Il piroscafo – sovraccarico di uomini e materiali – fu colto da una tempesta e si inabissò nel mare Egeo. Meno di 30 uomini si salvarono. Pochi ebbero una sepoltura, e se la ebbero fu anonima: le loro famiglie non ebbero notizie per quasi settant’anni, né sulla sorte precisa, né sul luogo della tragedia. A bordo della nave vi erano anche due giovani provenienti da Tizzana: Benito Gradi e Domenico Ginanni. A loro in particolare ed a tutti coloro che persero la vita per avere rifiutato di prestare giuramento di fedeltà alla Repubblica di Salò, accettando di passare nelle fila dei nazisti, va il ricordo della città di Quarrata, affinché la loro memoria sia di esempio per le giovani generazioni.

Domani, alle 10, presso il salone espositivo “G. Zampini” del Polo Tecnologico in piazza Fabbri, alcune classi della scuola secondaria di primo grado “Bonaccorso da Montemagno” parteciperanno alla presentazione del libro “La gavetta in fondo al mare” del giornalista e scrittore Paolo Ciampi. Oltre all’autore, saranno presenti il Sindaco Marco Mazzanti e i parenti di Domenico Ginanni e Benito Gradi; Alessandro Rapezzi leggerà dei brani tratti dal libro di Ciampi e alcune lettere originali dei dispersi.
Alle 11 in piazza Dispersi Naufragio del piroscafo Oria si terrà la cerimonia ufficiale di intitolazione, alla presenza delle autorità cittadine, con accompagnamento musicale di Raffaele Sermi.

“Qualche tempo fa sono venuto a conoscenza di questa storia tramite un familiare di uno dei dispersi originari di Tizzana – spiega il Sindaco Marco Mazzanti. – Ne sono stato subito colpito, soprattutto per il fatto che si tratta di un evento così tragico caduto nell’oblio per circa 70 anni. L’impegno dei familiari per ricostruire i fatti e l’elenco delle vittime, che ha trovato nel web un canale di raccordo fondamentale, è davvero ammirevole e commovente. Finalmente un giusto riconoscimento che a Quarrata, e spero anche in altri Comuni italiani, viene dedicato a questa storia di lotta e dolore. Invito la cittadinanza a partecipare alla cerimonia.”

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it