testata per la stampa della pagina
/
condividi

La Ristorazione Scolastica

L'amministrazione comunale con il servizio ristorazione scolastica intende consentire lo svolgimento dell'attività didattica per tutta la giornata, perseguire finalità di educazione alimentare e far sì che il pranzo a scuola diventi un momento educativo integrato nel più ampio progetto di ogni comunità scolastica.

 
 
 
 
 

A chi è rivolto il servizio

L'amministrazione comunale fornisce il servizio di ristorazione scolastica agli alunni delle scuole dell'infanzia (materne), primarie (elementari) presenti nel territorio comunale, pubbliche o gestite da istituti privati non aventi finalità di lucro.
Dati gli obbiettivi educativi del servizio, hanno diritto di usufruirne anche gli insegnanti ed il personale statale in servizio mensa al momento della somministrazione dei pasti.


Presentazione delle domande

La domande di iscrizione al servizio di ristorazione scolastica deve essere fatta dai genitori degli alunni, ed avrà validità per tutto il ciclo scolastico frequentato, salvo modifica o disdetta da parte dei genitori (da presentare scritta al Servizio Pubblica Istruzione).

Per l'anno scolastico 2023/2024 il periodo di presentazione delle domande è da lunedì 8 maggio a sabato 24 giugno 2023.

Attenzione: i genitori degli alunni iscritti ad un servizio scolastico (Ristorazione scolastica o Trasporto scolastico) nell’anno scolastico 2022/2023 possono usufruire di un apposito servizio di cortesia e procedere all’iscrizione online al servizio per l’anno scolastico 2023/2024 già da martedì 2 maggio 2023.

Le  domande di iscrizione potranno essere presentate nei seguenti modi:
- online
tramite i Servizi On Line del Comune di Quarrata, autenticandosi mediante SPID/CIE oppure utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi
- di persona
presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico
Con la domanda di iscrizione, i genitori dell'alunno si obbligano al pagamento previsto fino al termine dell'anno scolastico o fino al momento della rinuncia scritta. Nel caso non fosse stata presentata la richiesta ed alcuni alunni usufruissero comunque del servizio di ristorazione, il Servizio Pubblica Istruzione solleciterà a mezzo di comunicazione scritta i genitori a provvedere. In caso non venisse provveduto ad iscrivere il figlio al servizio di ristorazione scolastica, si procederà all'iscrizione d'ufficio, rendendo così obbligati al pagamento del servizio i genitori eventualmente inadempienti.


Informativa per l'anno scolastico 2023-2024

 

Richieste di diete alimentari speciali (per motivi di salute o per motivi etico-religiosi)

Per particolari situazioni di salute che necessitino di un regime alimentare specifico o privo di alcuni prodotti alimentari, sia per un periodo di tempo limitato che illimitato, il servizio ristorazione scolastica prevede la possibilità di particolari diete speciali.
Per usufruire di questa opportunità è necessario che i genitori degli alunni richiedano una dieta speciale tramite i seguenti passaggi:
1. Compilazione del Modulo B - a cura e firma del medico curante o specialista
2. Presentazione della "Richiesta di dieta alimentare speciale per motivi di salute" online (è richiesta autenticazione con SPID, CIE o CNS) con allegata la copia digitale del Modulo B compilato e firmato dal medico curante o specialista

La richiesta di dieta speciale per motivi di salute deve essere rinnovata ogni anno, in quanto le condizioni sanitarie dei bambini possono variare, ad eccezione della richieste di dieta speciale per celiachia o fenilchetonuria o altri disturbi alimentari permanenti.
Al ricevimento della richiesta, il Servizio Pubblica Istruzione attiverà le procedure di preparazione del menù alternativo, della sua vidimazione da parte dell'UFSIAN Asl 3 e della predisposizione della filiera di preparazione e cottura.
Per avere già approvata la richiesta di dieta speciale all'inizio dell'anno scolastico (mese di settembre)  è opportuno presentare richiesta entro il 30 luglio  precedente l'inizio dell'anno scolastico.
Le domande presentate ad anno scolastico iniziato saranno soddisfatte a partire dal 6° giorno lavorativo dalla presentazione.

La domanda di dieta speciale può inoltre essere presentata per motivi eticio-religiosi; in questo caso è sufficiente la presentazione della "Richiesta di dieta alimentare speciale per motivi etico-religiosi" online (è richiesta autenticazione con SPID, CIE o CNS).


La domanda di dieta speciale per motivi etici o religiosi ha validità per l'intero ciclo scolastico (scuola dell'Infanzia o scuola primaria); quindi, dopo la prima presentazione, non è necessario ripresentare ogni anno la domanda.

 

Dieta alimentare per temporanea indisposizione

Per un improvviso malessere o leggera indisposizione è possibile inoltrare richiesta, sempre entro le 9.00 di mattina e con i codici previsti da sistema elettronico di segnalazione assenza,  per una "dieta alimentare provvisoria per temporanea indisposizione" per uno o al massimo due giorni consecutivi.

La  dieta alimentare provvisoria per temporanea indisposizione prevede lapreparazione di un pasto “leggero”. ( pasta o riso all'olio o anche al pomodoro senza soffritto, pesce o  pollo lessi  e verdure al vapore) 
Nel caso  dovessero essere ripetutamente presentate richieste  per più giorni  e per più settimane al mese,  sarà richiesto  un apposito certificato medico, rilasciato dal pediatradi riferimento,  che indichi la necessità di  tali frequenti  richieste temporanee ed  eventualmente il  piano alimentare più opportuno da far seguire al  bambino.


Costi e modalità di pagamento

Le presenze giornaliere a mensa sono rilevate,  entro le ore 9.00, dal  sistema  elettronico di conteggio  presenze a pranzo. 
Il Sistema assume giornalmente tutti i bambini come "presenti" pertanto, in caso di assenza, è necessario inviare anticipata  disdetta dal pranzo del giorno.

Il contributo a carico dell'utente è stabilito annualmente dall'Amministrazione Comunale, nell'ambito della determinazione delle tariffe a domanda individuale. Attualmente il criterio per la determinazione delle tariffe dei servizi scolastici è l'applicazione di un sistema di fasce di pagamento determinato tramite le certificazioni ISEE, che gli interessati possono presentare per usufruire di eventuali agevolazioni tariffarie rispetto alla fascia più alta.

E' previsto il pagamento di una quota fissa mensile (variabile a seconda dello scaglione ISEE e del numero di pasti settimanali richiesti), e di una quota fissa a pasto (calcolata sui pasti effettivamente consumati).
 
La quota fissa mensile sarà applicata:
- per la scuola primaria, dal mese di OTTOBRE al mese di MAGGIO;
- per la scuola dell'infanzia, dal mese di OTTOBRE al mese di GIUGNO.

E' prevista una quota di iscrizione al servizio di 15,00 Euro in unica soluzione, che verrà addebitata nel primo bollettino emesso. La quota di iscrizione non è prevista per il secondo figlio e per i successivi.

Il mancato utilizzo del servizio senza aver effettuato la rinuncia (possibile tramite presentazione della "Richiesta di rinuncia al servizio di Ristorazione scolastica" online previa autenticazione con SPID, CIE o CNS o recandosi all'URP) comporta comunque il pagamento della tariffa prevista.
La rinuncia al servizio avrà efficacia a partire dal mese successivo a quello della presentazione.

L'importo relativo dovrà essere pagato esclusivamente tramite gli avvisi di pagamento "pagoPA" emessi dal Servizio Pubblica Istruzione del Comune. L'emissione degli avvisi di pagamento è posticipata rispetto al servizio e viene effettuata con cadenza bimestrale.
Gli avvisi di pagamento sono distribuiti agli alunni presso la scuola frequentata, ad eccezione dell'ultimo avviso che, a causa della chiusura delle scuole, viene spedito per posta.


Esenzioni

Gli iscritti che presentano una delle seguenti condizioni sono esenti dal pagamento della tariffa:
A) Segnalazione dei servizi sociali;
B) Condizione di disabilità con connotazione di gravità (art. 3 comma 3, legge n.104/1992) - certificata mediante presentazione del Verbale ASL comprovante - residenti nel Comune di Quarrata e con attestazione ISEE del nucleo familiare fino a 29.999,99 euro.


Tariffe applicate nell'a.s. 2023-2024

Con deliberazione n. 189/2022 la Giunta Comunale ha stabilito le tariffe per l'anno scolastico 2023/2024 per l'utilizzo del servizio Ristorazione scolastica.

Nella tabella seguente le tariffe stabilite per l'anno scolastico 2023-2024

 VALORE  ISEE   
   QUOTA FISSA  A PASTO  
QUOTA FISSA   MENSILE    per 5 rientri
QUOTA FISSA   MENSILE    per 3 rientri
QUOTA FISSA   MENSILE    per 2 rientri
QUOTA FISSA  MENSILE    per 1 rientro
Da 0 a 2.000,00
   €    0.75
€   5.00
€   3.00
€   2.00
€   1.00
Da 2.000,01 a 4.000,00
   €    1.65
€   11.02
€   6.60
€    4.41
€   2.20
Da 4.000,01 a 8.000,00
   €    2.10
€  16.53
€  9.93
€   6.61
€   3.31
Da 8.000,01 a 12.000,00
   €    2.65
€   18.73
€  11.58
€    7.71
€    3.86
Da 12.000,01 a 16.000,00
   €   2.98
€  20.94
€  13.23
€   8.82
€    4.41
Da 16.000,01 a 20.000,00
   €    3.20
€   23.14
€  14.88
€    9.92
€    4.96
Da 20.000,01 a 24.000,00
   €    3.64
€   27.55
€  18.18
€   12.12
€    6.06
Superiore a 24.000,01
   €    3.86
€   33.06
€  19.83
€   13.22
€    6.61
 

Per i richiedenti non residenti nel Comune di Quarrata saranno applicate le quote massime (nella tabella sovrastante indicate nella riga "Superiore a 24.000,01"), ad eccezione dei bambini con riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (art. 3 comma 3, legge n. 104/1992), per i quali saranno applicate le seguenti tariffe analoghe a quelle dei bambini con riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (art. 3 comma 3, legge n.104/1992) residenti con ISEE pari o superiore a 30.000,00 euro:

 VALORE  ISEE  
   QUOTA FISSA  A PASTO 
QUOTA FISSA   MENSILE    per 5 rientri
QUOTA FISSA   MENSILE    per 3 rientri
QUOTA FISSA   MENSILE    per 2 rientri
QUOTA FISSA  MENSILE    per 1 rientro
Pari o superiore a 30.000,00 euro
 €    1.65
 €    11.02
 €    6.60
 €    4.41
 €    2.20

Agevolazioni tariffarie

Le famiglie che ritengono di poter ottenere agevolazioni tariffarie, in base alla tabella sopra riportata, devono presentare attestazione ISEE in corso di validità, al momento dell'iscrizione al servizio.

Nel caso si volesse presentare l'attestazione ISEE in un momento successivo all'inizio del servizio ci si dovrà rivolgere all'Ufficio Pubblica Istruzione. In questo caso l'eventuale diversa tariffazione avrà effetto dalla emissione del primo bollettino successivo.

A chi non presenta l'attestazione ISEE sarà automaticamente applicata la tariffa massima. L'attestazione ISEE si può ottenere direttamente - previa autenticazione - tramite il sito www.inps.it, oppure rivolgendosi ad un CAAF (Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale). L'elenco dei CAAF presenti sul territorio comunale, convenzionati con l'INPS per il rilascio dell'attestazione ISEE, è reperibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune.

La documentazione per ottenere la tariffa agevolata deve essere presentata ogni anno da tutti gli iscritti.

La domanda per ottenere l'agevolazione tariffaria, oltre alla dichiarazione ISEE deve contenere la dichiarazione dove si evince che nessun componente del nucleo familiare (quello indicato nella dichiarazione ISEE) è intestatario di uno dei seguenti beni:
- un autoveicolo di potenza pari o superiore a 90 KW, immatricolato successivamente al 1° gennaio 2020;
- un motoveicolo di cilindrata pari o superiore a 500 cc. immatricolato successivamente al 1° gennaio 2020;
- un'imbarcazione da diporto;
- camper o roulotte immatricolati successivamente al 1° gennaio 2017;.


E' possibile presentare domanda per l'agevolazione tariffaria in due modalità
- online compilando la "Richiesta di agevolazione tariffaria"
- di persona presso l'URP

Per le domande presentate entro il 30/09/2023, la tariffa agevolata avrà decorrenza dall’inizio dell’anno scolastico.
Per le domande presentate dal 1/10/2023 in poi, la tariffa agevolata avrà decorrenza dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

E' possibile altresì presentare una nuova domanda, qualora siano intervenuti mutamenti delle condizioni familiari ed economiche, oppure dopo aver provveduto al rinnovo della dichiarazione ISEE dopo la scadenza prevista. La nuova tariffa agevolata sarà applicata a partire dal mese successivo rispetto a quello di presentazione, senza che questo possa determinare in alcun modo motivo di rimborso per le quote di contribuzione corrisposte, ovvero ancora da corrispondere in quanto insolute, sino all'applicazione della nuova tariffa.
La mancata presentazione della domanda di tariffa agevolata comporta l'applicazione della quota ordinaria.

Le famiglie che si trovino in particolari condizioni di disagio socio economico potranno rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune, i quali provvederanno a farne segnalazione al Servizio Pubblica Istruzione, in modo da consentire l'esenzione di questi nuclei familiari dal pagamento della quota di contribuzione.


Riduzioni

Sono previste alcune riduzione del pagamento della  quota fissa mensile nei seguenti casi:

A) assenza per malattia: riduzione proporzionale ai giorni di effettiva presenza a mensa. La richiesta di riduzione dovrà essere effettuata da parte del genitore e pervenire al Servizio Pubblica Istruzione entro il mese successivo a quello in cui si è verificata l'assenza, allegando copia del certificato medico attestante la durata dell'assenza. La riduzione sarà applicata nella prima bollettazione utile.
B) assenza per un intero mese: riduzione del 50%. La richiesta di riduzione dovrà essere effettuata da parte del genitore e pervenire al Servizio Pubblica Istruzione entro il mese successivo a quello in cui si è verificata l'assenza. La riduzione sarà applicata nella prima bollettazione utile.
C) a partire dal 3° figlio compreso, iscritto al servizio di ristorazione scolastica: riduzione del 50%,

Il mancato utilizzo del servizio senza aver effettuato la rinuncia comporta comunque il pagamento della tariffa prevista. La rinuncia al servizio avrà efficacia a partire dal mese successivo a quello della presentazione.


Segnalazione assenza a pranzo e pasto in bianco (Online e SMS)

In caso di assenza del proprio figlio o della propria figlia da scuola i genitori devono segnalare l'assenza a pranzo per comunicare la disdetta del pasto.
La mancata segnalazione dell’assenza nelle due modalità indicate comporterà l’addebito del costo del pasto, comunque preparato dal servizio ristorazione scolastica.
I genitori degli alunni iscritti al servizio potranno utilizzare le stesse modalità indicate (sms e online) per prenotare il pasto in bianco.

COME SEGNALARE L'ASSENZA
Per segnalare l'assenza a pranzo e quindi comunicare la disdetta del pasto, i genitori possono utilizzare uno dei seguenti metodi:
1. COMPILAZIONE ONLINE della segnalazione autenticandosi con SPID/CNS sulla pagina Servizi Online di questo sito web (per procedere ora se sei intestatario dei pagamenti clicca qui se invece non sei intestatario dei pagamenti clicca qui)
2. INVIO di un messaggio SMS al numero 439-0003694 dal numero di cellulare segnalato in fase di iscrizione e, in conseguenza, autorizzato al servizio, nelle modalità indicate nel tutorial (per scaricare il tutorial clicca qui)*

QUANDO SEGNALARE L'ASSENZA
La segnalazione dell'assenza e conseguente disdetta del pasto deve essere inviata entro e non oltre le ore 9.00 del giorno stesso dell'assenza.

IL CODICE UTENTE DA INDICARE NELLA SEGNALAZIONE DELL'ASSENZA
Per la segnalazione dell'assenza via sms sarà richiesto di inserire il Codice Utente dell'alunno/a.
Il Codice Utente è comunicato dall'Ufficio Pubblica Istruzione dopo la prima iscrizione al servizio ristorazione scolastica e resta costante nel tempo.
Il Codice Utente è anche riportato nell'avviso PagoPA inviato per i pagamenti del servizio ristorazione scolastica, con la dicitura "Codice Soggetto".
I genitori dell'alunno/a iscritto/a al servizio ristorazione scolastica dopo l'inizio della scuola dovranno chiedere il Codice Utente telefonicamente ai n. 0573.771 452/426/427.

COME SCRIVERE IL MESSAGGIO SMS
* Il messaggio SMS dovrà essere composto secondo le seguenti istruzioni: digitare MENSA, seguito da uno spazio, il CODICE UTENTE del bambino, (seguito da un altro spazio e la lettera N che identifica l’assenza del giorno attuale (quello nel quale viene inviato il messaggio). Esempio sms: MENSA CODICE UTENTE N
oppure
digitare MENSA, seguito da uno spazio, il CODICE UTENTE del bambino, seguito da un altro spazio, la lettera N seguita da uno spazio e il numero di giorni per cui si disdice il pasto. Esempio sms: MENSA CODICE UTENTE N 5 (in questo caso, il bambino sarà assente per 5 giorni)



Commissione Mensa

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 17.11.2003, modificata con la n. 122 del 29/10/2008,  è stata istituita la Commissione Mensa, con la finalità di favorire la partecipazione e di assicurare la massima trasparenza del Servizio di Ristorazione scolastica.

La Commissione Mensa è un organismo preposto alla verifica della qualità del Servizio Ristorazione che il Comune di Quarrata eroga agli utenti dei Nidi d'Infanzia, delle Scuole d'Infanzia Statali e Private, delle Scuole Primarie e delle Scuole Secondarie di Primo Grado.
La Commissione mensa è composta da due membri designati per ogni plesso scolastico tra cui un rappresentante dei genitori ed un rappresentate dei docenti.
Tali membri vengono nominati annualmente, secondo le modalità prescritte dai dirigenti scolastici, e restano in carica fino alla nomina dei nuovi membri.
Tra Ottobre  e Novembre  sono individuati all'interno dei singoli plessi , nelle modalità individuate dai dirigenti, i membri della Commissione.  La Commissione Mensa viene poi  istituita, entro il  Dicembre di ogni anno, dal Responsabile del Servizio Pubblica Istruzione con proprio atto.
La prima riunione viene convocata dal Responsabile del Servizio Pubblica Istruzione; in questa occasione, la Commissione Mensa elegge sia il Presidente, che provvederà alla convocazione delle successive riunioni, e viene individuato il Gruppo di lavoro, ovvero il  gruppo operativo formato dai rappresentanti dei genitori  che  ha il compito, tra gli altri, di effettuare sopralluoghi "di controllo" nei vari refettori di tutti i plessi scolastici del territorio, monitorando con apposite schede di valutazione la "qualità ed il gradimento del pasto" riferendone all'ufficio Ristorazione per gli opportuni provvedimenti.
Il Presidente ed i Commissari possono anche accompagnare altri genitori durante il momento del pranzo nella propria scuola.( per un max. 2 visite al mese)
I genitori  interessati a  vedere il  momento del pasto, nella scuola dei propri figli,  possono  concordare  la visita con i rappresentanti della Commissione.  
 
Dal Dicembre 2022 è stata rinnovata la Commissione Mensa  per il biennio 2022-2024, presieduta dalla Sig.ra   Irene Richiusa.

 
 

 

Risultati dell'indagine di gradimento del servizio

Nel mese di febbraio 2023 il Servizio Pubblica Istruzione ha avviato un’attività di rilevazione del gradimento del servizio Ristorazione scolastica attraverso la somministrazione di un questionario cartaceo a tutte le famiglie dei bambini iscritti al servizio, da restituire direttamente alla scuola entro il 28 febbraio 2023.

Il questionario si divideva in 5 punti con 21 domande oltre alla possibilità di esprimere eventuali suggerimenti.

Hanno partecipato all'indagine il 75,67% delle famiglie utenti della Scuola Primaria e il 52,51% delle famiglie utenti della Scuola dell'Infanzia.

L'86,67% del campione ha espresso una valutazione positiva del servizio di "Ristorazione Scolastica" (il 72,4% ha indicato un giudizio "molto positivo" o "ottimo").


 

Servizi Online


 

Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi è uno strumento di comunicazione e di informazione, che si propone di informare gli utenti reali e potenziali dei servizi offerti, ma è anche un documento di dialogo e di partecipazione che rafforza il patto tra cittadini e l’amministrazione comunale. È uno strumento per rafforzare la fiducia tra le famiglie che usufruiscono del servizio Ristorazione scolastica ed il Comune di Quarrata in un’ottica di continuità tra i diversi ambienti che il bambino incontra. Si ispira alla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27.01.1994 “Principi sull’erogazione dei servizi pubblici”, alla Legge 11.07.1995 n. 273, al D.P.C.M. 30.12.1998, al D.Lsg. 30.07.1999, n. 286 Capo III “Qualità dei servizi pubblici e carte dei servizi”. Il decreto-legge 24 gennaio 2012, n.1 c.d. decreto “cresci Italia”, convertito con modificazioni in L. n. 27/2012 ha valorizzato ulteriormente, all’art. 8, le carte dei servizi nella sua efficacia sancendo il valore vincolante di queste ultime, essendo fonte di regole cogenti. In particolare la Carta dei servizi della scuola (DPCM 7 giugno 1995) ribadisce per questo specifico settore aspetti costitutivi della qualità e dell'autonomia.

 

 

A chi rivolgersi

Informazioni su iscrizioni, disdette e servizi online
Ufficio Relazioni con il Pubblico - tel. 0573 771 220/129/213, urp@comune.quarrata.pistoia.it


Fornitori, Menù, Diete speciali
Meri Masetti - tel. 0573 771426, m.masetti@comune.quarrata.pistoia.it


Fornitori, Menù, Diete speciali, Presenze On line
Stefano Frigieri - tel. 0573 771451, s.frigieri@comune.quarrata.pistoia.it


Amministrazione stato delle iscrizioni, bollettini e pagamenti:  
Lodovica Moncini - tel. 0573771427, l.moncini@comune.quarrata.pistoia.it
Maria Teresa De Luca - tel. 0573771428, mt.deluca@comune.quarrata.pistoia.it

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it