testata per la stampa della pagina

Elezioni comunali: assegnati gli spazi per la propaganda diretta

 

Disciplina della propaganda elettorale. Utilizzo gratuito di spazi comunali per comizi e dibattiti

In accordo alle indicazioni già impartite in occasioni delle precedenti consultazioni elettorali dalla Giunta Comunale, l'amministrazione, in ottemperanza a quanto disposto dall'art. 19, co. 1 e 2, L. 515/1993 ed  al fine di garantire pari opportunità a tutti i candidati alle prossime elezioni amministrative e referendum popolari del 12 giugno 2022, mette a disposizione GRATUITAMENTE i seguenti spazi:


Luoghi per comizi all’aperto
PIAZZA AGENORE FABBRI.
Luoghi per comizi al coperto
SALA VANGUCCI/PIAZZA COPERTA – Polo Tecnologico,
SALA DEL CONSIGLIO COMUNALE – Piazza della Vittoria 1.

Spazi diversi dai suddetti saranno concessi nel rispetto delle normali procedure previste dai regolamenti comunali.

Le domande per l’utilizzo degli spazi - SIA ALL’APERTO CHE AL COPERTO - devono essere redatte su carta intestata del partito o della coalizione o del movimento o dell’associazione che richiede lo spazio e devono pervenire almeno 4 giorni prima della riunione PREVIA VERIFICA DELLA DISPONIBILITA’ DELLO SPAZIO RICHIESTO PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA alla SEGRETERIA del SINDACO - referente dott. Francesco Sanna: 0573/771217- f.sanna@comune.quarrata.pt.it

La disponibilità degli spazi si accerta presso la Segreteria prima della prenotazione.
Le modalità operative sono dettagliate nell'allegato PDF pubblicato qui sotto.


Si ricorda che:
1) a partire da venerdì 13 maggio sono vietati:
- il lancio  o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico;
- la propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne dei partiti;
- la propaganda luminosa mobile.
Da tale data:
-  l'uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito soltanto per il preannuncio dell'ora e del luogo in cui si terranno i comizi e le riunioni di propaganda elettorale e solamente dalle ore 9 alle ore 21,30 del giorno della manifestazione e di quello precedente, salvo diverse motivate determinazioni più restrittive adottate da parte degli enti locali interessati relativamente agli orari anzidetti. Tale forma di propaganda elettorale è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco o, se più territori della provincia, del Prefetto.
- le riunioni elettorali si possono tenere senza obbligo di preavviso al Questore.

Si ricorda che:
- a  partire da  sabato 28 maggio e sino alla chiusura delle operazioni di voto è vietato rendere pubblici o comunque diffondere sondaggi demoscopici sull'esito della consultazione e sugli orientamenti politici degli elettori, anche se riferiti a sondaggi effettuati in un periodo precedente;
- a partire da sabato 11 giugno  e sino alla chiusura delle operazioni di voto, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale  diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti. E' vietata la propaganda sui mezzi di informazione di massa.
- nel giorno della votazione è vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di 200 metri dall'ingresso delle sezioni elettorali.

 

Propaganda elettorale- Comunali

La Giunta comunale provvederà -  fra martedì 10 e giovedì 12 maggio -  a individuare e delimitare gli spazi da destinare alle affissioni di propaganda da parte dei partiti e gruppi politici che parteciperanno alle elezioni comunali con liste di candidati.
L'assegnazione di tali spazi a ciascuna lista ammessa avverrà entro due giorni dalla ricezione della comunicazione delle liste ammesse.
I prospetti  con indicazione dell'ubicazione dei pannelli e gli spazzi assegnati alle liste saranno pubblicati sul sito.

 

Propaganda elettorale - Referendum

I partiti o gruppi politici rappresentati in Parlamento che intendano affiggere stampati, giornali murari o altri manifesti di propaganda per i referendum stessi devono presentare alla giunta comunale istanza di assegnazione dei relativi spazi entro lunedì 9 maggio.
Avendo luogo contemporaneamente cinque referendum, a ciascun partito o gruppo politico rappresentato in Parlamento spetta un unico spazio, mentre ai priomotori di ciascun referendum spetta, previa domanda, uno spazio per ogni referendum.
Le domande prodotte dai partiti o gruppi politici dovranno essere sottoscritte dai rispettivi organi nazionali o parlamentari o dai rispettivi organi di livello regionale, provinciale o comunale, ove esistenti.
Le domande provenienti dai promotori dovranno essere sottoscritte da almeno uno di essi. Le istanze possono essere sottoscritte anche da persone delegate da uno dei suddetti soggetti abilitati, purchè siano corredate dal relativo atto di  delega.
Nessuna autenticazione è richiesta per la sottoscrizione delle domande o delle deleghe.
Le domande devono pervenire al comune entro il termine  a mezzo:
- PEC: comune.quarrata@toscana.postacert.it
- MAIL: anagrafe@comune.quarrata.pt.it
- CONSEGNA DIRETTA all'ufficio protocollo (Via Vittorio Veneto 2).


La Giunta comunale assegnerà gli spazi per la propaganda  fra coloro che abbiano presentato domanda fra martedì 10 e giovedì 12 maggio.


 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it