testata per la stampa della pagina
/
condividi

Nuova ordinanza per l’abbattimento delle PM10

Proseguono fino al 19 gennaio le misure più restrittive su utilizzo di caminetti e stufe

Escluse le aree non metanizzate

Stamattina, lunedì 13 gennaio, è stata emessa una nuova ordinanza sindacale per l'attivazione dei provvedimenti e dei divieti utili a migliorare la qualità dell'aria nella zona della Piana Prato-Pistoia, come previsto dal Piano di Azione Comunale in caso di raggiungimento del “valore 2” dell’indice di criticità.

E’ stato dunque disposto a partire da oggi fino a domenica 19 gennaio compreso, il divieto di utilizzare la legna in caminetti aperti e stufe tradizionali a legna, a meno che questi non siano l'unica fonte di riscaldamento dell'abitazione e con l’esclusione delle aree non metanizzate.

Nonostante la precedente ordinanza che prevedeva gli stessi divieti dallo scorso 8 gennaio fino a ieri 12 gennaio, Arpat ha comunicato che nell'area 'Piana Prato Pistoia' si sono nuovamente verificate le condizioni per l'attribuzione del valore 2 all'Indice di Criticità per la Qualità dell'aria.

Come nella precedente ordinanza, anche in quella odierna è stata ribadita la necessità di adottare comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni: contenere i consumi energetici; utilizzare il più possibile i mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti negli spostamenti; evitare sprechi nella gestione degli impianti di riscaldamento, attraverso una corretta regolazione degli orari di accensione, il controllo della temperatura massima, la corretta gestione degli accessi ai locali pubblici e esercizi commerciali; utilizzare in modo condiviso i mezzi privati di spostamento, per diminuire il numero dei veicoli circolanti (carpooling).

Si ricorda inoltre il divieto, già contenuto nell'ordinanza in vigore dal 1 novembre 2019 al 31 marzo 2020, di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o simili, nelle aree del territorio comunale poste a quota inferiore a 200 metri sul livello del mare. Si ribadisce inoltre Viene inoltre ricordato l’obbligo di rispettare le disposizioni presenti nel Codice della Strada relative alla necessità di spegnimento dei motori dei veicoli in sosta.

 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it