testata per la stampa della pagina
/
condividi

-> Anche quest'anno dal 1 novembre 2019 al 31 marzo 2020 è stato istituito il divieto di accensione dei fuochi al di sotto dei 200 metri di altitudine

 
 

Enti e cittadini insieme per migliorare la qualità dell’aria

 

La situazione della qualità dell'aria in Toscana e nel nostro territorio. 
Il periodo critico per l'inquinamento da PM10 è dal 1° novembre al 31 marzo di ciascun anno.
Negli ultimi anni quasi tutti gli inquinanti più pericolosi sono ampiamente rientrati nei limiti di sicurezza indicati dall'UE. Permangono però criticità in alcune zone: per il PM10 si registrano un numero di sforamenti superiore ai limiti (35 in un anno) in due stazioni di fondo: Lucca-Capannori e Pistoia-Montale. Per il biossido di azoto si registrano sforamenti delle medie annuali in alcune stazioni di traffico a Firenze. Nelle altre principali città i valori a volte sono al limite. Per l'ozono i valori di concentrazione in Toscana si sono mantenuti elevati e critici per tutto l'ultimo decennio. Per quanto riguarda il monossido di carbonio, il biossido di zolfo, il benzene e il PM2,5 i valori registrati da tutte le stazioni della rete regionale sono ampiamente sotto il limite normativo.
➡️ Bollettino giornaliero della qualità dell'aria: https://bit.ly/33qcOVv

Le misure adottate ogni anno dal Comune.
Nel periodo critico dal 1° novembre al 31 marzo il Comune emette misure e ordinanze specifiche per limitare l'emissione di polveri sottili, relative in particolare alle limitazioni degli abbruciamenti all'aperto e dell'utilizzo di caminetti, stufe a legna e simili, sotto i 200 metri di altitudine. Tali misure vengono comunicate di volta in volta appena vengono emesse e si differenziano a seconda del livello di rischio di inquinamento. 

L'azione della Regione Toscana.
La Regione Toscana ha predisposto il PRQA (Piano Regionale Per la Qualità dell'Aria) che prevede una serie di misure per far rientrare, entro il 2020, il livello delle sostanze inquinanti in atmosfera nei limiti fissati dalla normativa Europea. 
Tra le misure principali sono previste: regolamentazioni delle combustioni a biomasse, incentivi all'efficientamento energetico e alla mobilità elettrica, limitazioni alla circolazione dei mezzi diesel, un ampliamento delle piste ciclabili, delle aree alberate e del trasporto pubblico. Tutte le info sull'azione regionale si trovano qui:  www.aria.toscana.it

L'importanza dell'impegno della cittadinanza.
Nessun incentivo, come del resto nessun divieto, sono efficaci senza la partecipazione attiva e consapevole di TUTTI NOI.


 
 

Piano di Azione Comunale 2016-2020

Il Piano di Azione Comunale 2016-2020 contiene l'elenco delle azioni avviate e/o previste dall' Amministrazione Comunale per contribuire al risanamento della qualità dell'aria e alla riduzione delle emissioni inquinanti, con particolare riferimento al parametro PM 10" e di seguito i 4 link per aprire o scaricare i pdf

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it