testata per la stampa della pagina
/
condividi

Due aree di Quarrata intitolate a vittime toscane della violenza fascista

 

Quarrata, 1/06/2011

 

In questo 2011 così speciale per il ricorrere del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, la Festa della Repubblica assume un rilievo maggiore. Se è vero che l'Italia fu unita istituzionalmente nel 1861, un importante passo in avanti nel processo di integrazione del popolo italiano si ebbe sicuramente con la caduta del regime fascista e la lotta per la Liberazione. Il referendum, il primo a suffragio universale, che si svolse il 2 giugno 1946 per decidere la forma di governo del nuovo Stato Italiano vide una partecipazione al voto pari all'89% degli aventi diritto, un segno che il popolo, indipendentemente dalla forma di governo che avrebbe scelto, si sentiva finalmente "italiano" e come tale prendeva parte attiva nella politica del suo paese.

In occasione di questa festa della Repubblica, proprio per ricordare l'impegno investito da molte persone per l'unità e la libertà del proprio paese, abbiamo deciso di intitolare due piazze di Quarrata a due figure importanti nella storia della lotta al regime fascista come Modesta Rossi, Medaglia d'oro alla memoria al valor militare, una rara onorificenza concessa alle donne, e Torello Giuntini.

A Modesta Rossi, una convinta antifascista che prese parte con grande coraggio alla lotta partigiana insieme al marito Dario Polletti e che fu uccisa insieme al figlioletto di 13 mesi per non aver rivelato il nascondiglio dei suoi compagni partigiani, è stata intitolata la piazza nella zona del centro cittadino situata nella zona retrostante la struttura del Cinema - Teatro Nazionale.

Con l'intitolazione della piccola piazza che si trova sulla destra della via Vaslui subito dopo la via Trento e che si affaccia sulla collina oltre la quale fu ucciso, Quarrata vuole ricordare invece Torello Giuntini, una vittima innocente della violenza squadrista che iniziò a manifestarsi con spedizioni punitive verso gli avversari politici nella provincia di Pistoia a partire dal 1921.

Per il momento, con la delibera di Giunta Comunale, è stato compiuta la sola intitolazione formale delle due aree. Si è deciso di celebrare le cerimonie di intitolazione nel prossimo autunno per fare in modo che, attraverso un progetto di collaborazione con le scuole, anche i più giovani possano avere modo di conoscere le storie di Modesta e Torello e la testimonianza che ci hanno trasmesso con le loro morti.

Il Sindaco Sabrina Sergio Gori spiega così la volontà di dedicare le piazze a Modesta Rossi e Torello Giuntini: "Onorare queste due figure è un nostro dovere, ancora di più perché le loro storie e le loro famiglie sono intimamente legate alla nostra città. Torello è quarratino, i suoi figli e i suoi nipoti vivono ancora oggi a Quarrata, e l'episodio del suo omicidio è ancora vivo nella memoria di tanti: fu un omicidio che scosse le coscienze, come tutte le volte che muore un padre di famiglia lasciando affetti e tanti problemi per la sua scomparsa precoce. Anche alcuni dei figli di Modesta Rossi vivono oggi a Quarrata dopo essere emigrati dall'aretino. Per molto tempo questi ragazzi hanno vissuto il loro dramma di bambini piccoli che videro con i propri occhi trucidare la loro mamma e il fratellino dai nazifascisti. Ora che questi ragazzi sono adulti, raccontano a tutti noi quell'orribile episodio che li ha segnati perché non possiamo dimenticare, non possiamo accettare la violenza come metodo di lotta politica: noi siamo al fianco di chi, con coraggio, ha conquistato la democrazia e la libertà anche per noi".

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it