testata per la stampa della pagina
/
  • Il Comune Informa /
  • Tutte le News /
  • Comunicato stampa del 17/02/2011 - Aree a Pianificazione Differita: pubblicata la sentenza del T.A.R. in favore del Comune di Quarrata
condividi

Aree a Pianificazione Differita: pubblicata la sentenza del T.A.R. in favore del Comune di Quarrata

 

Quarrata, 17/02/2011

 

Quando si intraprende un cammino nuovo, ci sono sempre delle incognite, così come c'è da aspettarsi resistenze e difficoltà. Quando quel cammino ha un esito vincente la soddisfazione però è ancora più grande.
Nel 2009 alcuni proprietari di aree edificabili che, con l'approvazione del Regolamento Urbanistico subirono la modifica della destinazione del proprio terreno, passando da classe C1, zona di espansione residenziale, ad APD1, area a pianificazione differita per la residenza, presentarono ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana, ritenendo l'applicazione dei nuovi criteri per l'edificazione lesiva dei propri diritti di proprietari.
Il 14 febbraio 2011 il TAR ha pubblicato la sentenza con cui ci ha dato ragione, respingendo completamente i ricorsi presentati contro le Aree a Pianificazione Differita, lo strumento innovativo introdotto dal Regolamento Urbanistico.
Il TAR non solo si è espresso in favore del Comune di Quarrata, ma ha riconosciuto che la procedura di carattere comparativo "è funzionale al duplice obiettivo di rendere trasparenti le scelte pubbliche e di realizzare quanto più possibile l'interesse pubblico, in linea con i canoni costituzionali di imparzialità e buon andamento di cui all'art. 97 della Costituzione".
"Possiamo quindi proseguire serenamente il percorso intrapreso" ha dichiarato l'assessore Luca Gaggioli. "Già tra qualche giorno, quando si concluderà la valutazione delle proposte presentate, avremo i primi risultati concreti di queste scelte, con l'approvazione e la realizzazione dei primi progetti e, quindi, anche delle opere per la collettività presentate all'amministrazione."
"Le nostre non erano solo buone intenzioni. Certo, siamo partiti con la volontà di mettere al centro il bene comune e la qualità degli interventi, rendendo trasparenti le decisioni urbanistiche. Ma la volontà, da sola, spesso non basta." ha proseguito l'Assessore "Ci vogliono competenza, professionalità, capacità di costruire norme efficaci. Non basta affermare dei principi; ci vogliono strumenti idonei a conseguire gli obiettivi. Noi, questi strumenti, possiamo dire di averli trovati."
Quarrata può dirsi un comune di avanguardia, essendo il primo in Italia ad aver modificato il suo Regolamento Urbanistico nel senso di una maggiore oculatezza verso un'urbanistica "sostenibile"e di arricchimento del patrimonio pubblico, attraverso l'intervento diretto dei privati, che permetterà davvero la realizzazione delle opere per la collettività legate all'edificazione dei privati, riducendone fortemente i tempi di realizzazione. 

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it