Testata per la stampa

Sostegno Inclusione Attiva (SIA)

 

E'  un sussidio alle famiglie in condizioni disagiate, nelle qualisiano presenti figli minorenni o disabili o una donna in stato di gravidanzaaccertata, subordinato all’adesione ad un progetto personalizzato diattivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali, in retecon i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole e i soggetti privatiattivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà. Il progettocoinvolgerà tutti i componenti della famiglia, con specifici impegni per adultie bambini, individuati sulla base di una valutazione globale delleproblematiche e dei bisogni. Le attività potranno riguardare i contatti con iservizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, lafrequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

 
 

Le novità introdotte dal decreto 16 marzo 2017

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile 2017, n. 99 è stato pubblicato il Decreto Interministeriale MLPS/MEF 16 marzo 2017, recante "Allargamento del Sostegno per l'inclusione attiva (SIA), per il 2017".
Sono state introdotto queste novità:

- abbassamento del punteggio per l'accesso al beneficio( da 45 punti a 25 punti)
- incremento del beneficio di ulteriori € 80 (da applicare anche agli attuali beneficiari del SIA) alle famiglie composte esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni
- innalzamento da € 600 ad € 900 mensili della soglia di eventuali altri trattamenti economici percepiti compatibile con il SIA, per le famiglie con persone disabili e non autosufficienti.

 

I cittadini ai quali era stata respinta per il mancato raggiungimento dei 45 punti previsti in precedenza NON DEVONO PRESENTARE NUOVA RICHIESTA. L'Inps provvederà direttamente al riesame con i nuovi criteri.

 


 (94.77 KB)Per saperne di più leggi la brochure (94.77 KB).

 (551.09 KB)Se vuoi scaricare il modulo (551.09 KB).