testata per la stampa della pagina
/
condividi

I dati sulle sanzioni amministrative: quante e quali sono la violazioni più ricorrenti

Quarrata, 28/12/2010

Nelle scorse settimane è stata definita la destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative, ovvero come vengono utilizzati i soldi delle multe pagate dai cittadini per le diverse infrazioni al Codice della Strada. La metà del valore complessivo viene infatti destinata al potenziamento e alla manutenzione della segnaletica (25%), al potenziamento dell'attività di controllo (25%) e al miglioramento della sicurezza stradale anche attraverso interventi rivolti agli utenti deboli della strada (bambini, anziani, disabili, ciclisti) e corsi didattici nelle scuole (50%).
Dell'ammontare complessivo di tutte le tipologie di multe, le più ricorrenti sono i semplici divieti di sosta, seguiti dall'eccesso di velocità e dalle infrazioni semaforiche. Un discorso a parte invece merita il dato sulle sanzioni relative alla mancante copertura assicurativa dei mezzi.
Complessivamente le sanzioni per divieto di sosta sono state 1680 circa nel 2010, circa 800 in meno rispetto all'anno passato. Le multe per eccesso di velocità invece sono state 1005, circa 350 in meno rispetto al 2009, nonostante i controlli siano aumentati dell'8%, facendo diminuire il dato statistico delle sanzioni elevate rispetto alle auto controllate, che attualmente è pari a circa 10 auto sanzionate su 1500 controllate.
Altro dato in diminuzione è quello per le infrazioni semaforiche, che passa da 513 nel 2009 a 395 nel 2010. Aumentano invece, in modo preoccupante, le auto che vengono trovate sprovviste della necessaria copertura assicurativa; nel 2010 sono state ben 35, contro le 29 dell'anno scorso, già in forte aumento rispetto a quanto storicamente si verificava.
"Mentre le altre tipologie di multe diminuiscono, a dimostrazione che c'è maggiore attenzione da parte dei cittadini a rispettare le regole e il codice della strada - ha dichiarato il sindaco Sabrina Sergio Gori - aumenta in modo preoccupante il dato sui mezzi trovati sprovvisti della copertura assicurativa. Spesso e volentieri si tratta di vera e propria impossibilità, da parte dei proprietari della auto, a pagare l'assicurazione della propria auto. Si tratta però di un'infrazione piuttosto grave, per cui anche la multa è molto onerosa e va a gravare ulteriormente su una situazione già difficile."
"Questi dati, al di là del rallegrarci della diminuzione delle sanzioni in valore assoluto - continua il sindaco - sono comunque lo specchio anche della situazione di difficoltà economica che tante famiglie stanno attraversando e questo è senz'altro il dato più preoccupante."

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it