testata per la stampa della pagina
/
  • Comunicato stampa del 17/03/2010
condividi

"Il mito di Orfeo" di Agenore Fabbri sarà esposto al Polo Tecnologico

Quarrata, 17/03/2010

L'opera "Il mito di Orfeo" di Agenore Fabbri, sarà esposta a Quarrata, nella sua città natale, come era desiderio dell'artista, dopo essere stata conservata per tanti anni in un magazzino.
La grande terracotta policroma, che misura sei metri per cinque, dal 1951 dopo la Triennale di Milano, è stata esposta pubblicamente soltanto due volte: nel 1991 a Palazzo Sertoli a Sondrio e nel 1993 al Refettorio delle Stelline a Milano.
Di proprietà del Comune, che l'ha acquistata nel 1998, l'opera sarà inaugurata domenica 21 marzo, alle ore 17, presso il Polo Tecnologico in modo permanente, per far conoscere a tutti l'importanza di un lavoro e di un rapporto costruito negli anni fra Fabbri e la sua città.
Nel pannello Fabbri descrive il "Il mito di Orfeo", una delle più affascinanti e suggestive favole mitologiche, come una metafora della violenza sull'uomo a cui non resta indifferente la natura, ricreandolo secondo la propria poetica, il proprio umore e le proprie inclinazioni. L'intero rilievo è attraversato da un richiamo profondo al momento che l'artista sta vivendo e a tutti i valori dell'uomo e della natura che sembrano essere minacciati nel periodo del lontano '51, con la descrizione delle vicende di Orfeo che rendono ancora oggi attuale il messaggio che Fabbri voleva lanciare.
Così anche la favola diventa un mito moderno, dei nostri tempi difficili, grazie ad un uomo-artista che ha saputo con la sua originalità esprimere l'integrità dell'esistenza e diffondere, in tutto il mondo, la speranza di riuscire a salvare il nostro pianeta.
"Per una città come la nostra - sottolinea il Sindaco Sabrina Sergio Gori - rafforzare l'identità rappresenta un traguardo da consolidare. L'arte è in grado di farci apprezzare la storia che l'uomo vive, con le sue contraddizioni, le sue difficoltà ma anche i grandi ideali ed i sogni che la pervadono. Dare spazio all'arte, alla cultura, ai desideri che ogni grande artista lascia, serve ad aprirci al futuro e a migliorare la nostra vita. Quarrata è la culla di Agenore Fabbri ed esporre i suoi capolavori, come quello che andiamo ad inaugurare, non può che rafforzare il senso di identità e la voglia di ribadire la profonda forza delle nostre radici, come quelle di una città che vuole lasciare segno di sé nel mondo di oggi, senza rassegnarsi al vivere senza sogni e senza speranze". Per l'occasione sarà presentato anche il catalogo dell'opera realizzato dalla Casa Editrice Gli Ori, grazie al contributo della Fondazione Banche di Pistoia e Vignole per la Cultura e lo Sport.

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it