testata per la stampa della pagina
/
condividi

I giovani di Quarrata nei campi di lavoro e studio sulle terre confiscate alla mafia

Quarrata, 10/04/2009

Quattro giovani di Quarrata potranno partecipare ai campi di lavoro e studio sulle terre confiscate alla mafia. Lo stabilisce il protocollo d'intesa firmato tra il Comune e la Cooperativa "Lavoro e non solo" all'interno del progetto "LiberArci dalle Spine".
L'adesione all'iniziativa dimostra la volontà dell'Amministrazione Comunale di proseguire nelle attività di promozione di una cultura della legalità, ribadita già da diversi anni con manifestazioni dedicate alle politiche per la legalità e la democrazia.
L'accordo siglato prevede che quattro ragazzi e ragazze della nostra città, con età compresa tra i 16 e i 30 anni, possano partecipare per due settimane ai campi di lavoro organizzati nel periodo dal 4 giugno al 30 ottobre 2009 nei territori di Corleone, Monreale, Roccamena e Canicattì, lavorando fianco a fianco con i soci-lavoratori della Cooperativa "Lavoro e non solo", con momenti di socializzazione e di studio di alcuni personaggi che si sono distinti nella lotta alla mafia e alle illegalità.
Le attività agricole in cui i ragazzi saranno coinvolti saranno quelle della mietitura del grano, raccolta di pomodori, vendemmia, oltre a momenti di studio e momenti di socializzazione e aggregazione.
Sarà quindi un'opportunità educativa per tutti i giovani che parteciperanno, non solo per dare una mano agli abitanti del posto ma anche per dare un segno forte e visibile della presenza e partecipazione, anche del nostro comune, al processo di sviluppo della legalità.
"Sono molto soddisfatta - ha sottolineato il Sindaco Sabrina Sergio Gori - perché l'adesione a questo progetto, al quale già in passato abbiamo partecipato, coinvolge i giovani della nostra comunità che con questa esperienza potranno trascorrere una vacanza diversa che si traduce nella diffusione della cultura della legalità e del senso civico affinché queste possano contrapporsi efficacemente alla cultura del ricatto e del privilegio che contraddistingue i fenomeni mafiosi del nostro paese. Condividiamo, infatti, l'obiettivo del progetto "LiberArci dalle Spine" di dimostrare che anche in quei luoghi dove la mafia ha governato e spadroneggiato, è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla legalità, sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà".
Le domande per partecipare alla selezione devono essere presentate entro il 30 aprile 2009, preso l'Ufficio Protocollo, in Via Vittorio Veneto 2.

 

 
 

Comune di Quarrata

Via Vittorio Veneto, 2 - 51039 Quarrata (PT)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00146470471

Codice Univoco Ufficio fatture elettroniche: UFNA32

Telefono 0573 7710
Fax 0573 775053
PEC: comune.quarrata@postacert.toscana.it